La trigenerazione per il Grana Padano | Progetti mask

La trigenerazione per il Grana Padano

La trigenerazione consente significative possibilità di risparmio di energia: capiamo come l'innovazione sostenibile ha aiutato un operatore di produzione del Grana Padano.

Torna indietro

Industria

Nel quadro delle opportunità compatibili con i criteri di sviluppo sostenibile e di risparmio energetico, aiutiamo i nostri clienti a scegliere e realizzare la soluzione migliore in termini di ottimizzazione dei costi e di riduzione dell’impatto ambientale dei processi aziendali.

Con questa prospettiva, abbiamo lavorato con un caseificio, situato nell’area di Castelletto di Leno (BS), per migliorare la sua performance energetica e ambientale. L’azienda, impegnata in un’importante produzione di Grana Padano, è stata supportata ed indirizzata nella scelta di implementare un impianto di trigenerazione con motore a combustione alimentato a gas metano da 363 kW di potenza elettrica, per la produzione combinata di energia elettrica, energia termica da utilizzare per le utenze “calde” ed energia frigorifera prodotta in assorbimento a servizio delle utenze “fredde”. Una parte dell’energia frigorifera recuperata è a servizio del circuito di raffreddamento di un gruppo frigo che produce acqua a 0°C.

La gestione delle priorità delle utenze viene effettuata da un sistema di regolazione e contabilizzazione. Grazie all’intervento realizzato, il caseificio può oggi vantare un impianto ad alto rendimento, che garantisce a pieno il soddisfacimento dei fabbisogni energetici dello stabilimento, garantendo nel contempo un rilevante risparmio energetico.

TEE generati: 280 all’anno in regime di Cogenerazione ad Alto Rendimento

Saving energetico totale: 150.000€ all’anno